lunedì 26 maggio 2014

Dei ritorni e del vivere leggero.


Finchè siamo vivi abbiamo ancora una speranza - Toki-
(
Mononoke-hime)
Ho sempre pensato di essere più matura dell'età che avevo. Una ragazza onesta, non troppo egoista, con la testa sulle spalle.
Quella che magari non faceva sempre la scelta giusta, ma che, in ogni caso, la ponderava abbastanza. Pensavo di essere adulta.
Fino a che nell'età adulta ci sono finita davvero e forse con un bel ritardo sulla tabella di marcia. E ora in questi ultimi periodi ho faticato a mantenere la leggerezza con cui, da piccola, decisi di vivere la mia vita.

Essere felice nonostante tutto. Il mio motto. L'ho dimenticato per un periodo e ora mi perdono (vedi alla voce perdonare se stessi).
L'ho dimenticato nascosto tra gli strati delle preoccupazioni, delle scadenze, delle incombenze, delle responsabilità.
Vivere la vita con leggerezza, essere felice. Questo è il mio scopo nella vita.

Me lo sono promesso anni fa, quando potevo permettermi di perdere tempo indugiando su un libro già letto solo per ritrovare quel protagonista di cui mi ero innamorata.

L'ho ricordato periodicamente in tutti i periodi bui della vita, e lo ripeto ora.

Lo ripeto a me, donna di 33 anni, con qualche capello bianco e alcune rughe intorno agli occhi e lo prometto a me, ragazzina coi pantaloni corti e le guance cicciotte che aveva sempre in mano un libro ed era presa in giro da tutti per i suoi brufoli. Lo ripeto anche a chi mi vuole tanto bene, e ultimamente ne ha visti pochi di quei sorrisi che so fare. Prometto che ri-imparerò a vivere leggera, ad essere felice, a sferruzzare di più, ad essere meno severa con me stessa e a controllare meglio ciò che faccio quando faccio la maglia e ad aggiornare questo piccolo e dimenticato blog come una volta.


Happy knitting
Ciami


8 commenti:

  1. che bello rileggerti!
    Anche io ogni tanto mi dovrei mettere davanti allo specchio e ripetermi tutte le cose che hai scritto tu.

    Happy knitting (a righe, ma non solo) pure a te!

    RispondiElimina
  2. Hai ragione, non dobbiamo dimenticarci della bambina che vive in noi, quella spensierata che voleva diventare grande con il sorriso sulle labbra. A volte è facile, a volte meno. Ma anche solo il fatto di pensarci credo che sia importante! Bentornata ciami, mi mancano le tue proposte di sferruzzo a righe :-)
    Baciotti

    RispondiElimina
  3. bentornata, ci sei mancata parecchio ...
    :)

    RispondiElimina
  4. Bentornata, giovane e felice Ciami, dovrei prendere esempio da te!

    RispondiElimina
  5. Bentornata, mi sei mancata!

    RispondiElimina
  6. Bentornata ^.^
    crescendo o invecchiando, come preferisci, imparerai ad essere meno severa con te stessa. A me è successo così.

    RispondiElimina
  7. Grazie Elena!

    @ziaVirgi: grazie, è bello tornare a scrivere!
    Mettiti un memo sullo specchio! :) Viva le righe!

    @eli: Hai ragione l'importante è cercare di farlo!
    Presto torno con tanti altri li faccio a strisce!

    @gra: anche voi mi siete mancate!

    @Knitting bear: Grazie! :*

    @Lisa: Grazie!!

    @Laura: Ora mi perdono più spesso di prima... quindi spero vada sempre meglio! :)


    RispondiElimina